Il grande evento astrologico del 2019 è il passaggio definitivo di Urano in Toro, che avete già sperimentato lo scorso anno da maggio a novembre. Il trasloco del pianeta elettrico si verifica il 6, un mercoledì, giorno di Mercurio, il vostro protettore celeste che a sua volta è impegnato in un lento transito difficile in Pesci, punto del cielo che influenza le società, le collaborazioni, ma anche il matrimonio. Lo scorso mese le stelle hanno protetto la sfera sentimentale, ma ora anche il Sole è in pesci e Venere dal primo del mese si occupa del lavoro e della forma fisica, quindi spetta a voi mantenere l’armonia nelle relazioni d’amore evitando malintesi, ambiguità e imprudenze. Naturalmente, se una storia non è più viva, le stelle di marzo potrebbero portare a una rottura, ma questo non sarebbe un male, dato che l’effetto di Urano è proprio quello di spazzare via il vecchio per fare posto alle novità che arrivano all’improvviso e cercano terreno dove mettere radici. Urano scatena un vento rinnovatore, che porta il sapore del futuro: non restate dunque ancorati al passato. Se qualcosa dovesse finire, per esempio durante il novilunio di mercoledì 6 o con il Primo Quarto di giovedì 14 o ancora con la vostra Luna del 21, non abbiate paura di rimanere soli. Questo vale anche in campo professionale: associazioni e collaborazioni che dovessero chiudersi in marzo saranno presto sostituite da qualcosa di più interessante e attuale, abbiate fiducia. La forza fisica e mentale è sorretta da Marte tutto il mese: il pianeta rosso si trova accanto a Urano e rende ancora più immediati i cambiamenti, più vivide le nuove intuizioni che vi permettono di voltare pagina, anzi, di cambiare addirittura libro. La salute è buona, ma badate a non stancarvi nei giorni già segnalati.